Automazione e software: le reti del 2017 ponte verso il cloud

I trend del networking per l’anno prossimo. In primo piano anche la sicurezza.

Nel 2017 cloud e reti saranno sempre più al centro delle strategie It, riconfermando la loro estrema importanza nella trasformazione digitale. Un processo che continuerà a esercitare pressione su aziende di qualsiasi dimensione. Ma quali saranno i trend tecnologici dell’anno prossimo? Le cinque principali tendenze del 2017 avranno tutte a che fare, in qualche modo, con la nuvola e le reti: entrambi i trend coinvolgeranno molto anche i partner. Queste ultime, ad esempio, saranno sempre più definite dal software, in un contesto in cui l’It diventerà ancor più multivendor e aperto, rendendo così possibile il massimo grado di innovazione e riducendo al minimo i rischi. In ottica cloud, innanzitutto, saranno fondamentali le Wan software-defined: già oggi le imprese stanno abbandonando non solo l’utilizzo di hardware proprietario, ma anche alcune tra le tecnologie più note, come Mpls (Multi Protocol Label Switching) ed L2/L3 Vpn.

La nuova generazione di servizi It, agili e gestiti sulla nuvola, determinerà risparmi per le aziende, mentre le Wan definite dal software consentiranno ai fornitori di servizi di diversificare le fonti di fatturato e di compensare l’impatto del calo dei ricavi generato dalla progressiva dismissione dell’Mpls e relative reti private virtuali.

In secondo luogo, nessun fornitore di tecnologia possiede una soluzione che risponde perfettamente a tutte le esigenze. Nel 2016 le imprese si sono già avvicinate alle architetture aperte e l’anno prossimo si verificherà un’accelerazione decisa. Grazie anche ai partner, che adotteranno strategie open e non legate a un solo fornitore.

Inoltre, anche il tradizionale modello di difesa contro gli attacchi è destinato a cambiare totalmente. Nei prossimi mesi cresceranno i dispositivi per l’Internet delle Cose e, di conseguenza, si verificherà un enorme aumento della superficie esposta alle incursioni degli hacker. La sicurezza di rete sarà più pervasiva e virtualizzata, con sistemi di automazione per l’autoprotezione e per ridurre il rischio di errori umani.

La quarta tendenza sarà rappresentata proprio dall’automazione. Vendor e partner insieme spingeranno queste tecnologie in profondità nelle aziende e tra i service provider. Il canale saprà mettere ogni impresa nelle condizioni di trasformare una necessità commerciale in un asset strategico e, dall’altro lato, di mitigare le minacce che incombono sulle organizzazioni, permettendo loro di trasformarsi con successo.

Infine, il 2017 sarà l’anno dell’Everything-as-a-Service (XaaS). All’interno delle imprese, i customer premise equipment (Cpe) saranno destinati a scomparire a favore dei modelli di abbonamento. Come strategia di base per la semplificazione dell’It aziendale, l’offerta incentrata sul servizio permetterà a vendor e partner di focalizzarsi sulla costruzione di soluzioni definite dal software.

L’offerta del canale si discosterà sempre più dai modelli hardware/Cpe privilegiando, invece, quelli basati su abbonamenti e guidati dai service level agreement (Sla). In parallelo, le risorse “dimostrative” proposte dai vendor permetteranno di far capire il valore aggiunto che questi modelli e relazioni collaborative sono in grado di generare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.